La notte dei cristalli...

Che dire dire oggi...oggi dico che la notte tra il 9 e il 10 novembre 1938 si consumava in Germania uno dei più vergognosi attentati contro la comunità ebraica tedesca. Il pretesto fu l’azione di un ragazzo ebreo diciassettenne che entrato all’ambasciata tedesca di Parigi il 7 novembre esplose cinque colpi di pistola al secondo consigliere Ernst Eduard vom Rath, ferendolo gravemente.


Il caso giocò un ruolo determinante nella successione degli eventi che seguirono. Vom Rath morì il 9 novembre mentre tutti i gerarchi del regime si trovavano a Monaco per ricordare assieme a Hitler il 9 novembre 1923, giorno in cui in uno scontro la polizia berlinese stroncò il tentativo di insurrezione, Göring ferito e Hitler arrestato.
Verso sera del 9 novembre Hitler venne informato della morte di vom Rath. A questo punto un’azione di violenza inaudita si abbatté sulla comunità ebraica tedesca. Migliaia di vetrine di negozi ebrei infrante a colpi di bastoni, sinagoghe incendiate e migliaia di ebrei svegliati nel cuore della notte. Parte di questi vennero ammazzati a bastonate ed i superstiti vennero in seguito inviati a Dachau, Sachsenhausen e a Buchenwald.

Wikipedia - Notte dei cristalli